Sabato 2 ottobre 2021 @clickfor_massacarrara ha partecipato ad un volo turistico sul territorio apuo- versiliese assieme a Gianni Baldi, Presidente dell’Aeroclub e direttore dell’Aeroporto di Marina di Massa, che, per l’occasione, ha risposto ad alcune nostre curiosità sull’aeroporto.

Storia dell’Aeroclub, quando nasce e come si è sviluppato negli anni?

Dai primi del 1900 si hanno notizie certe sull’aeroporto che si utilizzava come balipedio e fu base operativa, durante le due Guerre Mondiali, per piccoli ricognitori prima dell’Asse e poi degli Alleati.

Nel 1948 il Comune di Massa ha acquistato il terreno da un privato per costruire un aeroporto civile.
La struttura fu data in gestione all’Avio Club Apuano che per l’occasione organizzò il Primo Avioraduno, una grande festa per inaugurare l’aeroporto con molti aerei provenienti non solo dall’Italia ma anche dall’estero.

Negli anni ’66-’68 l’aeroporto divenne uno scalo di linea regolare con la compagnia “Aeralpi” tra Milano, Cortina D’Ampezzo e Marina di Campo in code sharing con Alitalia, Lufthansa e Swissair.

L’Aeralpi vantava, tra l’equipaggio, Fiorenza De Bernardi, prima donna pilota di linea italiana e utilizzava tra i suoi velivoli il Pilatus Turbo Porter, i De HavillandSkyvan e i Twin Otter. L’attività finì nel 1968 a seguito della scomparsa del suo fondatore, Cesare Acquarone.

Nel 1962 l’aeroporto fu dato in gestione all’Aeroclub di Marina di Massa e nel 1967 fu costituita la Scuola di Volo, che ha permesso di dare il brevetto ad oltre 700 piloti. Un’eccellenza italiana e punto di riferimento nazionale.

Molte manifestazioni aeree sono state organizzate durante gli anni in collaborazione con la Pattuglia Acrobatica Nazionale, montata sui FIAT G.91.

L’aeroporto ha poi continuato ad ampliarsi con infrastrutture per il ricovero degli aerei e diventando poi nel 1978 con il D.P.R. n.534 un “ente morale”.

Negli anni ’80 divenne base di soccorso per la Protezione Civile e poi sede naturale dell’Antincendio boschivo, Punto di Emergenza e 118. Oggi è sede anche dell’Arma Aeronautica, un’associazione di aeronautici ed ex piloti.

L’Aeroclub e Aeroporto di Marina di Massa è uno dei pochi scali turistici in Italia erogati sia 100LL che JetA1.

Quali tipi di aeroplani ed elicotteri volano?

Tutti i tipi di elicotteri e aerei in linea di massima monomotori ad elica (escluso i jet perché essendo un aeroporto non asfaltato può creare problemi di polvere) fino ai PC-12 , aerei executive monomotore monoplano ad ala bassa, che portano fino ad otto passeggeri (più pilota e copilota dieci in totale).

L’Aeroporto Marina di Massa è internazionale , aperto a tutti i voli Schengen e a velivoli ultraleggeri sia basici sia avanzati. L’aeroporto è dotato di una Radio BIGA, radio informativa che non da nessun indirizzo e senza obbligo di risposta. Significa che può esserci e non esserci e i velivoli che arrivano possono fare la “chiamata all’aria” : comunicare del proprio arrivo e atterrare anche in caso di non risposta.

Quanti aeroplani sono presenti presso il vostro Aeroclub di Marina di Massa?

Abbiamo, attualmente, due aeroplani: un CESSNA 172, aeroplano americano ad ala alta,160 cavalli un carico pagante di 270 kg (ossia i Kg che può portare il velivolo escluso il motore e la benzina) a passo fisso e un CESSNA 172, 210 cavalli, con un carico pagante di 400 kg a passo variabile aereo più performante e più veloce . All’interno del velivolo ci possono stare fino a 4 persone.

Aeroclub Marina di Massa

Quanta distanza si può percorrere con questi aeroplani?

Con questi aeroplani si può fare anche il giro del mondo. Dipende, ovviamente, dal modello di aeroplano.

Un velivolo in long range può fare circa 5 ore e mezza di volo. Noi avevamo un aeroplano long range che poteva fare a 200/h  800-900 km senza scalo.

Con i vostri velivoli riuscite a volare con qualsiasi condizione meteorologica?

I nostri aeroplani non dispongono dell’antighiaccio, che gli permette di volare anche in condizioni avverse però ogni aeroplano ha la propria soglia. Noi siamo la base perché possiamo volare quando piove ma non quando piove forte perché non predisponiamo di sistemi automatici per l’atterraggio (sistema ILS).

Per il vento invece riusciamo ad atterrare fino a 22-23 nodi a traverso cioè a 90 gradi rispetto all’asse pista. Per il vento di fronte e il vento in coda ci giriamo e atterriamo o da una parte o dall’altra.

Aeroporto Marina di Massa

E’ presente una scuola di Volo?

Fino a qualche anno fa avevamo la scuola di vola in quanto nel nostro aeroporto è presente un’officina e siamo iscritti alla CAMO (certificazione di abilitazione per aeromobili). Siamo parte dell’Aviazione generale e seguiamo le sue normative le nostre targhe sono come quelle di linea, gli ultraleggeri seguono invece una normativa che si chiama ULM che è completamente diversa dalla nostra, non hanno determinati obblighi e certificazioni che abbiamo noi e non hanno le nostre stesse licenze per pilotare.

A quale età ci si può iscrivere alla Scuola di Volo?

Per imparare a volare ci si può iscrivere a 16 anni e conseguire il brevetto e volare a 17 anni. Alcuni nostri allievi adesso sono piloti delle più importanti compagnie aeree italiane e straniere.

Per quanto riguarda la manutenzione degli aerei dove viene fatta?

Esistono delle Officine specializzate (sono poche in tutta Italia) dove vengono portati gli aeroplani. Noi ci appoggiano all’officina di Viterbo. La manutenzione di questi velivoli richiede molte certificazioni inoltre hanno una scadenza: a 50 ore di volo si porta in officina per fare manutenzione  oppure a 100 ore ( o annuale) si fa una serie di ispezioni (come la sostituzione di pezzi sia che risultino usurati oppure no).

Tutti i nostri aeroplani sono sotto la supervisione dell’ENAC che è l’autorità italiana di controllo e vigilanza delle normative.

Quanti siete all’interno dell’Aeroclub? Come vi gestite?

L’Aeroclub di Marina di Massa è costituito da otto dipendenti più i membri del Consiglio. Ognuno ha un ruolo specifico: chi si occupa di riparazione della pista  (lavori manuali come il taglio dell’ erba o pulizia pista), chi si occupa del sedime della struttura, chi si occupa della manutenzione degli aeroplani (in riferimento ai documenti di manutenzione) , chi si occupa di tutti i voli che si fanno (come le regole del volo da applicare).

Il Presidente si occupa della parte economica e amministrativa  (dipendenti, finanziamenti  e vendita di servizi). Abbiamo due anime, quella commerciale attraverso gli introiti delle tasse aeroportuali e la vendita del carburante (abbiamo la licenza e le autobotti sono di proprietà dell’Aeroclub Marina di Massa) e la parte istituzionale che è quella della promozione del volo (Aeroclub Marina di Massa vero e proprio).

Curiosità o particolarità che avete nel vostro Aeroporto Marina di Massa?

Abbiamo una pista molto corta e accidentata i piloti brevettati qui possono andare da tutte le parti perché atterrano dappertutto.

La Location, particolare e unica. A pochi metri dal mare in una località turistica molto rinomata essendo vicinissimi a Forte dei Marmi.

Organizzate voli turistici tutto l’anno?

L’Aeroclub Marina di Massa organizza i cosiddetti “Voli propaganda”.
Lo Statuto dell’Aeroclub d’Italia a cui noi siamo associati dice che possiamo portare in volo delle persone promuovendo il volo. Teoricamente questa persona dovrebbe avere il potenziale e l’interesse a fare la scuola di volo per prendere il brevetto. In realtà non è così né per noi né per tutti gli altri aeroclub infatti ci sono dei disegni di legge ora in Parlamento che parlano di voli turistici , dove l’Aeroclub Marina di Massa può fare sia da foresteria sia da agenzia turistica, ossia affittare le proprie strutture a chi atterra con i propri velivoli privati e ospitare le persone che amano il volo e vogliono vedere da vicino di cosa si tratta.

Massa-Castello Malaspina
Riviera Apuana- Porto di Marina di Carrara
Riviera Apuo-Versiliese – Lago di Porta

Quali eventi ha ospitato l’Aeroclub di Marina di Massa?

Nel 2021 ci sono state nove manifestazioni nel nostro Aeroclub Marina di Massa.

Abbiamo avuto i piloti di classe , un’associazione di piloti nazionali, che hanno fatto la prima tappa all’Aeroclub Marina di Massa.
Successivamente abbiamo accolto la Aopa, associazione mondiale dei piloti dell’Aviazione Generale che ha fatto, nella nostra sede, la sua assemblea. Poi una giornata con la Quarantaseiesima brigata sulla sicurezza volo.
Abbiamo fatto assistenza , per una giornata, ad un dirigibile, che sponsorizzava un noto brand di telefonia e ha sorvolato i cieli della Versilia per alcuni giorni .

Poi c’è stata la Giornata degli elicotteri dove abbiamo portato in volo 240 persone facendogli pagare una quota molto bassa in accordo con una società di Milano di elicotteri.
In collaborazione con LIONS CLUB abbiamo organizzato “La giornata dei disabili” dove abbiamo portato in volo 107 disabili con i nostri aeroplani.

Questa estate abbiamo ospitato nell’area dell’Aeroporto Marina di Massa alcuni eventi: uno spettacolo teatrale “Che coppia noi 3” con Francesco Paolantoni, Biagio Izzo e Stefano De Martino e il concerto dei Queen At The Opera.

La Pagina @clickfor_massacarrara si occupa della valorizzazione del territorio, in particolare della provincia di Massa e Carrara, soprattutto dal punto di vista turistico. In un futuro come pensate di ampliare il vostro servizio per il turismo?

La visibilità è la cosa che più ci aggrada perché serve per farci conoscere ed avere un’ utenza più ampia. Anche solo una gratificazione da parte del circondario può essere un valido motivo per far capire l’efficacia del nostro servizio. In questo momento sono al vaglio dell’ente locale alcuni progetti innovativi e futuristici sull’ampliamento dell’aeroporto per accogliere un maggior numero di turisti.

Aeroporto Marina di Massa

Ringraziamo il Presidente e tutto il team dell’Aeroclub di Marina di Massa per questa bellissima esperienza di volo.

Per maggiori informazioni potete contattare l’Aeroclub Marina di Massa al numero di telefono 0585-309088 o via email: info@aeroclubmarinadimassa.it
Potete seguire le loro pagine social Facebook e Instagram “Aeroclub Marina di Massa“.


1 commento

Lorenzo Goletti · 11 Novembre 2021 alle 9:33 pm

Esprimo un parere favorevole all’ampliamento delle attività aeroportuali, considerando che il campo di atterraggio potrebbe essere allungato
Verso il mare, con la chiusura del tratto di strada fra Viale Marina e Via del
FESCIONE.

Rispondi